Hotel Überbacher Laion Lajen

Hotel Überbacher
St. Peter 6
I-39040 Laion
Val Gardena
Tel. 0471 655639
Fax 0471 655999
www.ueberbacher.com
info@ueberbacher.com
USt-IdNr: IT 00738960210

Gite

Da non perdere!

ORTISEI

Ortisei, il capoluogo della Val Gardena, possiede una tradizione mercantile antica e solida, nonché una ricca storia e si caratterizza per l'ariosità del suo assetto urbanistico, che si fonde armoniosamente nel paesaggio. Il centro, con la sua vivace zona pedonale, è luogo d'incontro, di chiacchiere e di compere. Da qui si può passeggiare per i boschi e scovare qualche vecchio maso. Il Seceda e l'Alpe di Siusi si raggiungono con comode telecabine.

CASTELROTTO

Castelrotto era abitato già in epoca preistorica, come testimoniano diversi ritrovamenti, e porta ancora oggi tracce di fortificazioni romane: numerosi ed interessanti sono i castelli medioevali, le dimore e gli antichi manieri del XVII e XVIII secolo.
Soprattutto le chiesette, le cappelle, le torri, i masi e i crocefissi posti lungo i sentieri conferiscono una nota del tutto particolare alla zona ed invitano ad approfondire le conoscenze sull'originale storia di queste strutture e di coloro che hanno contribuito alla loro costruzione.

CHIUSA

La cittadina di Chiusa, adagiata sulle sponde del fiume Isarco in Valle Isarco con un passato ricco di storia, è conosciuta come la "cittadina degli artisti".
Nel 1494, infatti, l’artista Albrecht Dürer si era già innamorato della cittadina di Chiusa, fissando le sue impressioni nell'incisione "Das große Glück".
Da allora il fascino di Chiusa ha attirato molti altri artisti e poeti, che l'hanno dipinta e ne hanno cantato le lodi. La pittoresca cittadina si estende tra la rocca di Sabiona e l'Isarco, con le sue belle facciate colorate allineate le une accanto alle altre e sovrastate da chiese gotiche.
Il leggendario tesoro di Loreto ha trovato riparo nell'antico convento dei Cappuccini, che merita una visita, come pure la pinacoteca e la moderna galleria del museo. Dal colle dei Cappuccini, proprio accanto al convento ed al giardino, si gode una splendida vista sulla città e sulla vallata.

BRESSANONE

Bressanone, città di cultura e congressi, si trova al centro della Val d’Isarco, in una amena conca soleggiata, circondata da maestose vette.
In questa storica cittadina, alla confluenza dei fiumi Isarco e Rienza, si fondono armoniosamente arte e cultura, tradizione e modernità. La città di Bressanone, con le sue vecchie strade e case, le sue vie porticate e i suoi ponti, le sue chiese, il Duomo, il chiostro, gli incredibili affreschi gotici e l’antico palazzo dei principi vescovi a ogni passo della storia è una realtà viva. I viali e i parchi che circondano la città vecchia invitano alla sosta ed al riposo; il paesaggio circostante è dominato da vigneti e da frutteti.

BOLZANO

Bolzano è nota soprattutto come "Porta delle Dolomiti": distesa in una conca ad appena 265 metri di quota è, infatti, il passaggio obbligato per arrivare, attraverso altipiani di grande respiro, ai piedi delle più affascinanti vette del mondo, le Dolomiti. Bolzano è rinomata anche come “Città d’incontri”, di scambi sia culturali, sia commerciali favoriti dalle fiere, dalla nuova università trilingue, da istituti di ricerca economica e tecnologica, dalla scuola di cinema, dai numerosi teatri e istituzioni culturali e musicali: una città aperta a tutti, in tutte le stagioni.

MERANO

Merano è oggi, con i suoi 37.000 abitanti, la seconda città dell’Alto Adige dopo Bolzano. Per la sua Merano, la città di cura alla confluenza tra l’Adige e il Passirio, è la seconda città dell’Alto Adige dopo Bolzano. Anticamente Merano assunse grande importanza per la vicinanza del castello principale dei Conti del Tirolo, fino a divenire la capitale del Tirolo stesso.
Anche il nome di Sissi, la sovrana dell’Impero Austroungarico, è indiscutibilmente legato alla storia e alla fioritura della città di cura di Merano. In suo onore è stato eretto nel 1903 un monumento nel centro di Merano (situato nel Parco di Elisabetta) e qualche anno fa, le è stato intitolato un sentiero escursionistico, il “Sentiero di Sissi”. Il museo del turismo “Touriseum” si trova nel castello Trauttmansdorff nel quale l’amata regnante soggiornò ben due volte.
A chi vuole conoscere più a fondo la storia della città di Merano, consigliamo una visita al Museo Civico.